Soluzioni d’arredo per l’infanzia

Caleidoscope

Nido d’infanzia Iride

La linea d’arredi Caleidoscope nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Progettinfanzia e la ditta GAM S.r.l.
L’idea è stata quella di creare elementi originali e nuovi con design minimal, elegante e sobrio. Arredi flessibili, trasformabili che possano sostenere una fluidità di utilizzo per lasciare spazio alle narrazioni ed invenzioni delle bambine e dei bambini e perché lo spazio possa essere disponibile al cambiamento, alla mutevolezza dei pensieri e alla costruzione di luoghi dell’educare sempre in ascolto dell’infanzia. Arredi propositivi, ricchi e volti a sostenere concetti quali: estetica, armonia, cura e bellezza.

Flessibilità, Originalità, Creatività, Ecologia, Estetica

La pedana Iris, composta da differenti materiali come lo specchio, la superficie luminosa e la base di legno, si pone come arredo creativo a sostegno delle intelligenze delle bambine e dei bambini. Essa può vestire spazi differenti che, allestiti con materiali vari, leggeri nella sostanza, plastici e disponibili a metamorfosi che riconsegnano plurime identità e connessioni, si lasciano abitare dalle mani e dai pensieri dei bambini costruttori di relazioni conoscitive e di apprendimenti.

Tavolo composto da piano trasparente per vedere oltre, guardare sotto, sopra, al di là e il piede di legno colorato di bianco formato da una seduta alterego.
Sedute di legno betulla colorate di bianco composte da base color betulla e tre lati, di cui uno chiuso e due con fori ad incastro che favoriscono un utilizzo flessibile e trasformabile sia per le sedute di bambine e bambini che degli adulti; queste sedie si prestano per essere creative perché componibili in differenti e varie modalità d’uso.

Arredo di legno composto da un elemento mappamondo che, suddiviso in vari settori, funge da contenitore di libri e/o oggetti e dalla base che può rappresentare una seduta per bambine, bambini e adulti. L’idea del mappamondo racchiude il significato del nostro essere nel mondo, parte di esso attraverso la valorizzazione delle plurime differenze e diversità di culture, tradizioni, lingue, popoli.
I libri rappresentano uno dei principali veicoli comunicativi, che sostengono fortemente concetti quali ascolto, conoscenza, linguaggi, invenzioni e racchiudono mondi narrativi, emotivi e cognitivi.

Contenitore di legno betulla di colore bianco composto dalle sedute alterego e da una base che sostiene la raccolta di materiali diversi e ne favorisce l’utilizzo attraverso la cura nella presentazione e l’allestimento armonico che favorisce pensieri e scelte da parte delle bambine e dei bambini.

Elemento componibile e modulabile a seconda delle varie esigenze e necessità d’uso; composto da tre sedute alterego può essere concepito come colonna verticale oppure mobile orizzontale per contenere ed esporre materiali, oggetti, libri, documenti. Può, nel tempo, trasformarsi e creare metamorfosi allo spazio coerentemente con l’idea dell’arredo mutevole e permeabile a pensieri di studio differenti rispetto allo spazio che lo accoglie.

Il caleidoscopio (dal greco “vedere bello”) è uno strumento ottico che si serve di specchi e frammenti di vetro o plastica colorati per creare una molteplicità di strutture e figure simmetriche. Ruotando il caleidoscopio, le figure mutano e cambiano colore e forma, senza
mai ripetersi. Il significato narrativo del caleidoscopio evoca l’idea di complessità che caratterizza i sistemi educativi comunali. Complessità come intreccio di parti, di fili che compongono un’immagine globale che sostiene quanto sia articolata e non scontata la vita all’interno di nidi e scuole dell’infanzia. Il caleidoscopio è un oggetto particolare che rimanda ad immaginari esteticamente belli e suggestivi; ciò si connette anche all’idea di bellezza e di bello che appartiene al mondo dell’infanzia, dell’educare e dello stare quotidianamente con le bambine ed i bambini che, trasportati dai loro pensieri, dai loro stupori e dalle loro curiosità, rendono meraviglioso lo stare insieme a loro.

Belli, oltre che confortevoli, i nidi e le scuole sono progettati per combinare le finalità d’uso alle necessità creative del progetto educativo. Una funzionalità fluida, che consente cioè di modificare gli aspetti organizzativi in armonia con l’esigenza di esplorare e reinventare percorsi. Gli spazi, attraverso il sapiente utilizzo dei materiali, della luce e degli elementi naturali, integrano armoniosamente le componenti ambientali alle funzioni e, attraverso gli arredi e gli oggetti che sostengono le esperienze e i vissuti, diventano luoghi in grado di trasmettere emozioni e suscitare relazioni. Un ambiente pensato, articolato, che rispecchia il pensiero educativo che l’ha sviluppato, riporta a tutto il contesto (alle bambine e ai bambini, agli educatori, alle famiglie, alla comunità intera) un’immagine di bambino “competente”, predisposto alla socialità, in grado di costruire relazioni con le persone e tra le cose, in una visione complessa e in continua crescita del suo personale processo educativo. Spazi capaci di evolvere e di arricchirsi, di interpretare allo stesso tempo l’etica e l’estetica del percorso educativo, in una identità tra luoghi, progetti ed esperienze.

News

Progettinfanzia, via Bellini 7, 42016 Guastalla - info@progettinfanzia.it - progettinfanzia@pec.it
C.F. 90011780351 - P.I. 02199190352

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

You have Successfully Subscribed!

Share This