Bassa Reggiana – territorio

Luzzara

Terra di fiume e di coltivazioni, la tradizione fa derivare il suo nome dalle pescose acque del Po, ricche di lucci.

Lo scorrere della storia

Pare sia stata fondata intorno al VII secolo d.C. e dopo alterne vicissitudini divenne feudo gonzaghesco. Dal XVIII secolo il paese fu prima austriaco e poi, dopo la parentesi napoleonica, assegnato a Maria Luisa d’Austria, di cui rimase feudo fino, praticamente, all’Unità d’Italia. A Luzzara si trova il museo delle arti Naives, che raccoglie ed espone le opere dei principali artisti naives italiani e stranieri.

uno sguardo autentico

L’arte naives (o naïf) raccoglie tutti quegli artisti che per varie ragioni, di scelta o di formazione, sciolgono ogni legami con la tradizione accademica e privilegiano uno stile ingenuo. Dalla fine del XIX secolo fino ai giorni nostri la pittura naives ha avuto autorevoli rappresentanti in ogni parte del mondo. Il museo fu sviluppato da un’idea di Cesare Zavattini, notissimo scrittore, giornaista e poeta nato a Luzzara. Come sceneggiatore Zavattini fu uno dei più autorevoli interpreti del Neorealismo (Ladri di biciclette, Miracolo a Milano, Bellissima, Umberto D., La ciociara, etc.).

seguici:

Progettinfanzia, via Bellini 7, 42016 Guastalla – info@progettinfanzia.it
C.F. 90011780351 – P.I. 02199190352

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

You have Successfully Subscribed!

Share This