Bassa Reggiana – territorio

Novellara

La tradizione vuole che lo stesso toponimo cittadino derivi da quelle nubi e nebbie che tanto spesso, in inverno, avvolgono queste terre: nubilaria.

Una quieta eleganza

Introno all’anno 1100 venne fatta costruire la prima rocca fortificata nel punto più alto del villaggio. Circa 200 anni dopo l’abitato venne venduto alla famiglia Gonzaga, che sapientemente lo governò fino all’estinzione del ramo famigliare, nel 1728. Molte, nell’impianto cittadino, le tracce di quel governo illuminato: dalla bella architettura della Rocca, che ancora raccoglie un bel museo la cui punta di diamante è la collezione di vasi farmaceutici dei gesuiti, alla Chiesa Collegiata di Santo Stefano, finanche alla elegante conformazione della piazza, coi suoi bassi portici.

tra ambienti diversi

All’interno della Rocca si trova anche un piccolo e delizioso teatro mentre, le collezioni artistiche, comprendono la quadreria degli austeri ritratti della famiglia Gonzaga, alcune tele di Lelio Orsi, pregevolissimo pittore manierista del Cinquecento.
Le Valli di Novellara sono poi un’oasi pianegginate per uccelli migratori e un habitat dalle speciali caratteristiche ambientali, unica traccia delle antiche paludi, ricco di storia e natura.

Progettinfanzia, via Bellini 7, 42016 Guastalla - info@progettinfanzia.it
C.F. 90011780351 - P.I. 02199190352

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

You have Successfully Subscribed!

Share This